Danza ed arte nel vecchio palazzo di giustizia: una passeggiata nel Bronx.

A New York, riapre il vecchio palazzo di giustizia del Bronx e ospita un centro per le arti a disposizione delle comunità locali. Domenica scorsa ho colto l’occasione per fare una passeggiata in uno dei quartieri storici della città e in questo post lo racconto per immagini.

4

Collocato tra la Third Avenue e Brook Street, un paio di chilometri a nord di Harlem, l’Old Bronx Borough Courthouse sembra presidiare le porte del quartiere. La sua immagine è radicata nell’identità del luogo: Lady Justice, la signora seduta nella nicchia con la spada sguainata, e il leone dalla folta criniera sono i suoi simboli ricorrenti. Costruito in stile Beaux-Arts tra il primo e il secondo decennio del secolo scorso è stato la sede della corte di giustizia locale fino alla costruzione di un edificio più grande. Il vecchio edificio è stato riaperto al pubblico grazie a No Longer Empty, un’associazione non profit che si propone di favorire, attraverso programmi di arte ed educazione gratuita, la partecipazione delle comunità locali nella gestione di spazi inutilizzati.

1

Nei tre piani messi in sicurezza si alternano documentari e installazioni artistiche di carattere politico e radicale. Su tutte, le sculture di Shellyne Rodriguez hanno attirato la mia attenzione: il busto di ceramica Allegory for Hope and Dispair e il lampadario Prototype for Belphegor’s Eye, costruito con 168 trappole color “carne di topo morto”, strass, catene d’oro, filo di rame e compensato. Nella sala al primo piano giganteggia un’infografica parietale che riassume i punti d’intreccio tra schiavitù e capitalismo.

IMG_8608

Il programma di eventi a cura di No Longer Empty offre poesia, musica e danza “from the Bronx, to the Bronx“. Al mio arrivo era in corso un’esibizione del gruppo Areytos Performance Works, un progetto di danza e teatro contemporanei con radici nella tradizione caraibica e nei principi della giustizia sociale. Mi è sembrato che questi corpi in lotta per sfuggire alle maglie della rete trovassero qui il loro palcoscenico naturale.

10

8

15

17

11

12

13