Ho trovato lavoro in libreria

Per le feste di natale ho trovato un lavoro in libreria, adesso ho due lavori: nei fine settimana faccio il portiere di notte come Raymond Carver e durante la settimana faccio il libraio; chi è più fortunato di me?

Mi sento come un bambino in un negozio di giocattoli e il mio compito è tenerli in ordine. La libreria è un ex Fnac, affiliata a Mondadori, oggi un negozio Trony che vende tecnologia, elettrodomestici, musica e libri.

Ad alcuni sembra strano ma io lo trovo invece un buon compromesso, entra molta gente, siamo in molti a lavorare; il genere di libreria è quello generalista ma, rispettati alcuni vincoli di catena, ci viene lasciata molta autonomia nella scelta dei titoli.

In queste prime settimane di lavoro il mondo mi è sembrato incredibilmente ampio, nuovo, ricco di possibilità e meraviglie da esplorare e non ho avuto molto tempo di aggiornare questo blog.

Ieri, poi, nella saletta dove pranziamo, su una circolare di servizioho trovato questa illustrazione, scarabocchiata da qualche sconosciuto che -è evidente- con la penna ci sa fare. Chissà in quale reparto lavora, il disegnatore in incognito (magari incognito solo a me). Appena lo scopro, ve lo dico.