Di balene e di sogni

Molti, molti anni fa un tale mi disse che negare i propri sogni equivale a vendere la propria anima. Ero giovane allora e non sapevo che quelle parole avrebbero trovato un loro particolare posto ben dentro di me e che sarebbero rimaste per sempre mie, però ricordo di aver battuto le palpebre e aver scosso il capo annuendo come se quegli stessi movimenti mi spingessero ancor più dentro la verità. Ero pieno di sogni. Sogni, sogni, sogni. E ancora sogno. E la balena è sogno.

[‘Di balene e sogni’, di Hubert Selby JR in ‘Canto della neve silenziosa’, Feltrinelli]