Ripensamenti di fine viaggio

Questa sensazione di disparità  tra ciò che ho dato e ciò che ho ricevuto, questa sensazione di aver tenuto un coltello dalla parte della lama, è l’amore come lo conosco io, ed è una vita che lo cerco e lo sfuggo. E c’è una parte di me che si aspettava forse di chiudere il bilancio in pari, addirittura in attivo, e si lamenta come un vecchio avido che ancora sul letto di morte pensa al tempo, alle risorse, alle forze, ai quattrini dilapidati. Ma c’è un’altra parte di me che ha fatto tutto ciò che era in suo potere per amare al presente, e quella parte lo sa, vivere è stato meglio di sognare.

[17/09/09, in prossimità della Groenlandia, temperatura esterna – 50°, vento contrario 105 km/h, altitudine 10361 m, orario d’arrivo stimato 09:15 am]